Nuovi Stadi in Italia: arrivano 22.000 posti di lavoro.

Link Sponsorizzati:

E’ stato finalmente approvato il progetto per la costruzione del nuovo Stadio di Venezia che comprenderà anche un villaggio commerciale e che potrebbe portare all’assunzione di quasi 10.000 persone per poter gestire tutti i negozi e i punti vendita.
Il progetto è stato confermato dal sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che ha parlato delle trattative con una serie di imprenditori privati, tra cui Joseph Tacopina, presidente del Venezia Football Club, che porteranno alla realizzazione del progetto stesso.

La notizia è stata confermata anche dal quotidiano La Nuova di Venezia e Mestre: nell’articolo si sostiene che il progetto per il nuovo stadio di Venezia si possa completare entro il 2020 e che prevede una struttura che può contenere circa 25.000 spettatori ed un villaggio commerciale di oltre 50 negozi, ristoranti, servizi, albergo ed un museo dedicato a calcio e sport.

Il progetto è quindi molto simile a ciò che si vede un po’ in tutta Europa, ma potrebbe avere un impatto economico assolutamente positivo in tutta la Regione. Non sono ovviamente disponibili dettagli sui posti che si renderanno disponibili, ma è facile immaginare che ci saranno posti di lavoro per figure tipiche da centro commerciale come addetti alle vendite, impiegati, responsabili, addetti alla sicurezza, ma anche figure per lo Stadio, come addetti alle biglietterie, vigilanti, addetti alle pulizie e decine di altri profili.
Essendo ancora tutto in fase progettuale, non sono disponibili dettagli su come inviare la propria candidatura o i requisiti per i vari posti, restate quindi in attesa di aggiornamenti che si spera possano arrivare nelle prossime settimane.

Non è tutto, infatti ben presto arriveranno ben 12.000 nuove assunzioni per il nuovo stadio della Roma. Vi consigliamo quindi di rimanere sintonizzati con noi e di tenere sott’occhio quest’articolo al fine di non perdervi le notizie sulle nuove assunzioni.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *