Arriva il bonus di 1200 euro al mese per chi assiste un familiare.

Link Sponsorizzati:

anf assegno per famiglie in difficoltà

Sapevi che nel caso tu stia accudendo un familiare disabile, puoi richiedere un bonus fino a 1200 euro al mese? Si tratta di un progetto di assistenza e di supporto rivolto essenzialmente alle persone non autosufficienti, ai familiari di dipendenti e pensionati pubblici, e promosso dalla sezione dell’Inps che gestisce i dipendenti pubblici.

Chiunque volesse richiedere il contributo dovrà presentare le apposite domande quanto prima, anche se sarebbe utile controllare sul sito dell’Inps nella sezioni Nuovi Bandi. Le domande potranno essere presentate sia a mano che online, in quest’ultimo caso bisognerà essere in possesso del Pin dell’Inps e contattare gli enti che hanno aderito al progetto.

Al momento in cui si presenterà la domanda, bisogna essere in possesso del modello ISEE, indispensabile. E’ importante sapere, che nel caso vogliate presentare le domande per richiedere il contributo, la persona non autosufficiente che sia anziano o disabile, dovrà essere iscritto nella banca dati del dipendente pubblico o del pensionato INPDAP.

Il programma è aperto a tutti, e la cosa più importante è che non vi è alcun vincolo di reddito; l’importo erogato andrà da un minimo di 400 ad un massimo di 1.200 euro al mese. Per iscrivere la persona non autosufficiente nella Banca Dati, occorre stampare e compilare il modulo che troverete nel sito ufficiale Inps:. Invece per consultare l’elenco degli enti aderenti al programma e per ottenere maggiori informazioni a riguardo, vi basterà recarvi nel sito INPS.

Desideriamo ricordarvi che questi soldi vengono prelevati mensilmente dalla busta paga di ogni dipendente pubblico dal giorno dell’assunzione al giorno della pensione, si forma così un fondo che viene utilizzato per borse di studio e ricoveri o come in questo caso per pagare una badante.
Se riscontrate ancora qualche problema o non riuscite a ricavare tutte le informazioni necessarie, potete fare riferimento al sito dell’INPS che viene aggiornato periodicamente con le novità riguardanti i bonus,  i bandi e tutte le novità che riguardano le famiglie che vivono in Italia.



Commenti

comments

64 Responses to Arriva il bonus di 1200 euro al mese per chi assiste un familiare.

  1. UN SOFFIO DI UMANITA’…DIVINA!

    • Mattea ha detto:

      ma e vero questo bonus

    • maria ha detto:

      e gia’….ci sono disabili di serie a…dipendenti pubBlici,di serie b,disabili che possono pure morire insieme ai familiari perché non dipendenti pubblici pur avendo una condizione economica di reale povertà! CHE NAZIONE INIQUA!!!

      • Angioletta Salvati ha detto:

        Sono soldi che noi DIPENDENTI PUBBLICI paghiamo da quando veniamo assunti fino al momento in cui andiamo in pensione.Legga bene, prima di sentenziare!! Sulla nostra busta paga c’è una voce nella colonne “ritenute” dedicata proprio a questo!!!

      • cecinati emanuele ha detto:

        Sono daccordo anchio ho una figlia disabile grave ma lavoro x una azienda privata noi siamo di serie b loro tutti i permessi e io non posso prendere un giorno della legge 104 altrimenti succede il finimondo

  2. Angelo ha detto:

    credo sia una buona cosa vorrei capire se è per tutti o solo per i dipendenti pubblici in questo caso sarebbe discriminante.

    • dolorespanarese ha detto:

      E’ come per l’assegno di maternità, assegnato alle lavoratrici indipendenti solo nel 1989, diversi anni dopo rispetto a quelle del pubblico impiego. Anche qui la par condicio…dov’era? Ma chi c…..
      le prende queste decisioni?

    • loredana ha detto:

      farebbero bene a precisare che questi soldi vengono prelevati mensilmente dalla busta paga di ogni dipendente pubblico dal giorno dell’assunzione al giorno della pensione, si forma così un fondo che viene utilizzato per borse di studio e ricoveri o come in questo caso per pagare una badante.Omettere che il fondo non è alimentato da nessun fondo a carico dello stato è un’omissione grave dell’articolo.

      • elisabetta ha detto:

        Anche i dipendenti privati dal momento dell assunzione hanno una trattenuta in busta paga dello o.30 che dovrebbe servire pet eventuale formazione. ..praticamente è la stessa cosa. .ma questi fondi non vengono mai utilizzati..

      • sig. Loredana come mai non estendono anche al lavoro privato la trattenuta? credo che sia una piccola percentuale dello stipendio e credo anche che il lavoratore privato sarebbe d’accordo …. il fatto e’ che vogliono continuare a dividere i lavoratori agevolando senz’altro in tante cose quelli pubblici – le ricordo anche che l’inps era in attivo, fino a che non ci hanno incorporato l’inpdp che era fortemente in deficit – anche in questo caso hanno pagato i dipendenti privati

      • ciro ha detto:

        Scusa a me personalmente sembra la solita gagata per privilegiare chi già di suo sta bene e che dal suo trascorso lavorativo abbia avuto solo privilegi, spiegami tutti gli altri lavoratori che non hanno avuto mai nessun privilegio perché non li considera mai nessuno. Guardiamo le differenze di categorie, le pensioni corrispondenti, lo stato di servizio e da non trascurare l’età pensionabile.Chi fa queste proposte guarda solo i propri interessi.

    • AlbaKiara ha detto:

      Solo per i dipendenti pubblici i quali per tutta la vita (anche da pensionati) versano una quota dello stipedio/pensione per avere diritto a questa ed altre prestazioni

    • rita ha detto:

      E’ SOLO PER DIPENDENTI PUBBLICI…..PURTROPPO. Noi poveri mortali, non solo dobbiamo assistere il nostro familiare ma dobbiamo anche lavorare per poter campare ed ecco perchè diventa tutto difficile.

      • ciro ha detto:

        Ale persone poco fortunate di loro non le considera mai nessuno, chi propone certe cose favorisce come solito i propri interessi e basta. Viva l’ Italia e la grande massa politica di ladroni.

      • angela ha detto:

        balle……io ho fatto la domanda l’anno scorso e dopo tutto il tempo perso x documenti e scartoffie…….mamma èra rientrata in g
        raduatoria ma…….non c’erano i soldi.Quindi una presa x il c..o.almeno alla asl rmb.

    • adragna damiana ha detto:

      anche io ho un invalido a casa centopercento paraplegge cosa debbo fare per avere guesto bonus

    • Vincenza Reina ha detto:

      Vorrei sapere come funziona questo bonus ,io lavoro ho il contatto come dipendente pubblico ,ma è una società Sas ,mio marito e disabile al 100/100 ho due figli può un figlio badare al padre e prendere questo bonus gentilmente gradirei una risposta ,mio marito e paralizzato e allettato ha bisogno di assicurazione continua grazie

  3. helene centis ha detto:

    E la notizia piu sconvolgente mai letta. Anti democratica per eccellenza. Privileggiare i lavoratori degli enti pubblici per chi gia la legge viene applicata sistematicamente mentre un lavoratore dei enti privati No.Sapete che noi se solo cerchiamo di far valere la 104. Perdiamo il lavoro ? E ci chiediamo perche il paese ha problemi…non ho parole !

    • gian marco ha detto:

      La mia ex moglie xkè ha richiesto la le 104 è stata licenziata vergognoso

    • stefano messina ha detto:

      Grande pura verita come per i lavoratori di serie A e di Z

    • Elena ha detto:

      Se la fonte è un fondo finanziato dagli stessi dipendenti pubblici e non dallo stato dove è la discriminazione? Elena

  4. CARMELA ha detto:

    SCUSATE IO HO MAMMA ALLETTATA KE PERCEPISCE PENSIONE DEL MIO PAPA’ DIPENDENTE INPDAP.. MI SAPETE DIRE SE RIENTRA IN QUESTO PROGRAMMA ??? GRAZIE

    • isotta fraschini ha detto:

      Ti conviene chiedere al patronato Carmela .Non credo che spetti anche nel caso di reversibilta come il tuo .Comunque potresti rientrare nel ” Ritorno a casa “,chiedi agli assistenti sociali del tuo comune ti diro che e un validissimo aiuto anche meglio di questo .

    • anna ha detto:

      Mio fratello invalido al100/100 pensionato ex poliziotto già titolare di contributo di invalidità può ‘ l’altro fratello che lo assiste disoccupato percepire questo contributo?

  5. DANIELE ha detto:

    Speriamo, per avere delucidazioni come si fà ? io ho il mi babbo che ha 88 anni e io sono disoccupato grazie

  6. antonio ha detto:

    Come al solito ‘se’ è vero questo bonus aiuta chi non ne ha bisogno o almeno chi ha gia uno stipendio fisso e retribuito… ma della maggior parte delle persone disoccupare o con un lavoro precario… che cosa fanno? Niente… anche per gli 80 euro se guadagno fino a uba certa somma ne ho diritto… ma se non lavoro o lavoro precario non mi spettano che cazzo di leggi sono se non aiutano chi ne ha bisogno

  7. patrizia ha detto:

    è sicuramente una cosa buonissima, ma vorrei capire se è esclusivamente per le persone con pensione INPDAP?
    se è così gli anziani che vivono con nemmeno 600 euro mensili, che non sono come le pensioni INPDAP, chi le assiste non ha diritto a nulla? gradirei una risposta convincente GRAZIE

    • loredana ha detto:

      e’ così, ogni anno esce un bando e in base ai requisiti si stila una graduatoria in base alla disponibilità dei soldi ma farebbero bene a precisare che questi soldi vengono prelevati mensilmente dalla busta paga di ogni dipendente pubblico dal giorno dell’assunzione al giorno della pensione, si forma così un fondo che viene utilizzato per borse di studio e ricoveri o come in questo caso per pagare una badante.Omettere che il fondo non è alimentato da nessun fondo a carico dello stato ma dal versamento che fa il lavoratore pubblico è un’omissione grave dell’articolo, è riservato solo a chi ha versato mensilmente la quota dalla propria busta paga.

  8. katiuscia iosa ha detto:

    vorrei sapere se è un bonus valido per tutti o solamente per i dipendenti publici…..

  9. Alfonso Tavilla ha detto:

    Se lo sapessero davvero cosa vuol dire avere un figlio disabile….. Io ad esempio pagherei loro pur di avere mia figlia sana senza aspettare la loro elemosina ogni mese il bello che lo tolgono a noi italiani per dare da mangiare bere pagare affitti luce + 40 euro al giorno a questi extracomunitari di merda. Voglio solo ricordarvi che ogni barcone di questi ebola che arriva e’ lavoro in meno per noi e futuro nero per i nostri figli.

    • Luigia Colombrino ha detto:

      Ma quando mai gli immigrati trovano lavoro?sono tenuti chiusi come nei lager tutti stretti,tutti sporchi tutti affamati ma perché non li lasciano liberi di madre dove vogliono?E’ una bufala che tolgono il lavoro a noi perché non ce n’è’ sia per noi che per loro oppure essi si adattano a fare lavori umili e noi no

    • claudio r. ha detto:

      ma vergognati imbecille

      • Alex ha detto:

        …prova a chiedere di mettere tuo figlio in un asilo pubblico…se è color “cioccolato” ci va gratis, se è color “italiano”, paghi e vai in un asilo privato!!
        …prova a chiedere un locale ater…se sei “cioccolatino” a breve lo ottieni e nel frattempo ti ospitano in albergo…se sei color “italiano”, beh!…fai a tempo ad andare a “vivere” in camposanto!!!
        …assistenza sanitaria?….informati!!…e tu paga!!!
        …graduatorie lavoro???…informati!!!…e mettiti in coda dopo di loro!!
        ..aiuti economici???…informati!!!…e tu contribuisci a pagarglieli!!!
        …MAI STATO RAZZISTA!!!…E NON LO SONO!!!…MA OGNUNO A CASA SUA AD INVENTARSI COME CAMPARE…SE NON NE SEI CAPACE, LA NATURA TI ASSITERA’!!!!!

  10. Michele ha detto:

    Considerati i commenti di alcune persone evidentemente poco informate e votate all’eterno vittimismo vorrei (così come già correttamente precisato da Loredana) fare qualche precisazione sull’argomento:
    1) il contributo così entusiasticamente preannunciato nell’articolo in realtà esiste dal 2012 ed ha il nome di Home Care Premium
    2) non sempre è possibile accedervi poichè per l’erogazione è neccessaria l’adesione delle amministrazioni comunali che potrebbero decidere (come capitato) di non aderire
    3) non sono soldi che vengono stanziati ad hoc o scippati alle povere vittime del destino di cui sopra ma prelevati mensilmente ed OBBLIGATORIAMENTE dalla busta paga di ogni lavoratore del pubblico dal momento dell’assunzione con le modalità di seguito (fonte INPS):
    ” A chi si rivolgono:
    Le principali categorie tradizionalmente considerate sono giovani, famiglie e anziani. In particolare, le prestazioni si rivolgono agli iscritti e pensionati della Gestione Dipendenti Pubblici anche in applicazione del D.M. 45/07. I beneficiari che usufruiscono dei servizi dell’Istituto non sono soltanto i diretti interessati ma anche i loro familiari, secondo le varie tipologie previste in ciascun Bando. Inps promuove anche altre iniziative che riguardano le persone in condizioni di non autosufficienza.

    Come si finanziano
    Tutte le prestazioni di welfare (creditizie e sociali), sono finanziate in via esclusiva dalla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (il cd. “Fondo credito”), alimentata dal prelievo obbligatorio – sulle retribuzioni dei dipendenti pubblici in servizio – dello 0,35% per quanto riguarda la Gestione Dipendenti Pubblici (ex Inpdap); dello 0,80%,che si aggiunge allo 0,35% per quanto riguarda la Gestione Assistenza Magistrale (ex Enam) e dello 0,40% per quanto riguarda la Gestione Fondi Gruppo Poste italiane; nonché dalla trattenuta dello 0,15% per quanto riguarda i pensionati pubblici.
    A tali trattenute si aggiunge la somma derivante dal rientro delle quote, comprensive di interesse, delle attività creditizie (piccoli prestiti, prestiti pluriennali, mutui per acquisto prima casa, ecc..). Contabilmente, tutta l’attività è gestita in capitoli dedicati e il budget che ogni anno viene speso è pari alle entrate.”
    Chiaro no?????

    • Elba ha detto:

      Mia figlia e dipendente pubblico, potrebbe chiedere il contributo per suo padre invalido e con bisogno di una persona che lo assista?

    • Jeffrey ha detto:

      Da notare, a fronte di un prelievo mensile di circa 2 euro, ne danno ora 1200 al mese.
      Pazzesco

  11. ELIANA ha detto:

    io ho 52 anni sono dissoccupata e mio padre 88 anni pensionato con accompagnamento mia mamma 78 anni pensionata con accompagnamento (pensioni minime) non sono disabili ma hanno bisogno di aiuto in casa e nelle cose quotidiane devo tenerli sotto controllo e accompagnarli ogni volta a qualunque cosa abbiano bisogno viste mediche ecc….anche se trovassi lavoro non potrei mai lasciarli da soli quando non ci saranno piu non oso pensare a cosa ne sara’ di me… a questo proposito le leggi cosa dicono????

  12. paolo ha detto:

    ma perchè la gente non legge le informazioni invece di criticarle a priori senza capire? il fondo è riservato ai dipendenti pubblici perchè solo ai dipendenti pubblici viene detratta una quota apposita dagli stipandi per costituire questo fondo!! LEGGETE!!!!

    un libero professionista

    • Jeffrey ha detto:

      Perché nessuno traduce in soldoni queste trattenute e le mette a confronto con i bonus. Siete patetici. E quando il fondo non ha più disponibilia tocca a tutti pagare. Già successo con le pensioni dei lavoratori pubblici.

    • AlbaKiara ha detto:

      Bravo Paolo, inoltre il post di Michele spiega tutto in modo esaustivo.

  13. Rinaldo ha detto:

    Il bonus è previsto anche per chi accudisce una persona non autosufficiente, con una pensione di reversibilità del marito, ex pensionato pubblico ?

  14. piermattei leri ha detto:

    LE LEGGI ITALIANE NON SI SMENTISCONO MAIIII…SPERO PRESTO TOCCHI NA MAZZATA COME LA MIA DA INCIDENTE GRAVE (MIO FIGLIO)A CHI FA LE LEGGI SPECIFICHE COME DIPENDENTI PUBBLICI…. GLI ALTRI SONO FIGLI DI NESSUNO…MALEDETTI

  15. sara ha detto:

    Piove sempre sul bagnato!!!!

  16. angela ha detto:

    salve,io assisto dalla mattina alla sera(notte compresa,)una zia,nata con disabilità,lei percepisce la reversibilità di suo padre e accompagnamento,lui era commerciante,mia zia avrebbe diritto?

  17. Pina Casillo ha detto:

    Potrebbero semplificare le cose! Neanche da questo articolo si riesce a scaricare il modulo per inserirsi nella banca dati. Potreste pubblicarlo? Grazie

  18. finistauri Anna Maria ha detto:

    Assisto mio suocero invalidi 100per 100 casa sono dipendente comunale a due anni dalla pensione abito in alto Adige ho diritto a qualcosa

  19. Ermanno Dorigato ha detto:

    mah facendo due conti il prelievo annuale si attesta tra i 60 e i 150 euro calcolato su uno stipendio di 1500 euro.a fronte di questo vengono erogate somme mensili tra i 400 e i 1200 euro ho qualche serio dubbio che il fondo si autofinanzi completamente.provate a chiedere un preventivo a un’ assicurazione privata per la stessa eventualità vi chiederanno cifre 6-7 volte superiori…a me pare l’ ennesimo privilegio per i dipendenti pubblici discriminatorio nei confronti dei privati, se invece le graduatorie sono talmente restrittive che possono accedervi solo pochi soggetti non discuto ma vorrei vederci chiaro…

  20. norma ha detto:

    scusate o ho una pensione di invalidita civile dell inps del 74%e da 31 anni assisto mia figlia invalida alettata al 100%.non ho altrei redditi in quanto mi sono occupata di lei da quando è nata. non ho diritto all assegno di 1200 euro? grazie

  21. maria luisa ha detto:

    a me che ho perso il lavoro per accudire mia suocera, dopo 5
    badanti, cosa daranno mai????????????

  22. Micu Mariànà ha detto:

    Io sto con ragato di 38 ani che non vedi propiuo niente ..e che non sto Pier soldi

    • Nunzio ha detto:

      Micu bisogna che impari a scrivere l’italiano perché non si capisce niente..

  23. luana ha detto:

    buon giorno mio marito è pensionato ex poste è andato in pensione con pensione previlegiata per malattia ha il 100 per cento di invalidità gradirei sapere se ha diritto a questo bonus oppure no ed ev. dove e come si può richiedere un modello da compilare o altro attendo gent. vs risposta alla mia mail grazie mille

  24. Nunzio ha detto:

    io sto assistendo mia madre che avuto un infarto gli anno sostituito la valvola mitralica e di conseguenza gli anno amputato una gamba. e sono disoccupato. pensate che avrei diritto di questo bonus.

  25. idelma ha detto:

    Ho una sorella ex dipendente pubblico invalida civile al 100, anch’io ex dipendente pubblico in pensione, vivo con lei ha diritto al bonus.

  26. sono pensionato con pensione dieuro790.00 almese sono invalido dall!1985 con un punteggio di%166 non mi danno neanche un centesimo ho mia moglie operata al ginocchio e stato sostituito la rotula già da qualche anno e unanziana di anni77,io ho
    di gia 82 anni non riesco con la mia pensione ad assumere una badante, vorrei sapere come potete aiutarmi..grazie…..

  27. gina ha detto:

    I dipendenti pubblici versano ogni mese per avere la pensioncina a differenza dei tanti liberi professionisti che lavorano in nero

  28. Giusy ha detto:

    Il problema è anche che se l’ambito territoriale di riferimento non ha fatto domanda, chi ne ha diritto non può fare domanda. Non capisco perchè alcuni comuni non hanno presentato la domanda…

  29. Gia ha detto:

    Il bando per quest’anno é scaduto il 31 Marzo o mi sbaglio??

  30. Anna ha detto:

    almeno i dipendenti pubblici pagano le tasse. ora naturalmente uscirà fuori che lo fanno anche i privati…..lasciamo perdere va’.

  31. Frankstain ha detto:

    Voglio ricordare che ai dipendenti pubblici in pensione ,sono pagate le pensioni con i soldi versati dai dipendenti privati,in quanto lo stato non ha mai versato loro i contributi previdenziali a l’ENDAP Frankstainper un costo di 93 miliardi.Per far quadrare i conti pubblici e alla commissione Europea ha fatto risultare un prestito all’Inps e quindi non vengono a mancare nel bilancio,ma in realtà all’Inps non ha dato un cazzo !!!!!!

  32. Anonima ha detto:

    Sono una ragazza di 24 anni, assisto mia madre di 47 che ha avuto un ictus lo scorso anno. Non posso lavorare perché devo badare a lei h24, mio padre ha un’altra famiglia non so nemmeno dove vive esattamente, mia nonna è morta 3 mesi fa, mio zio se n’è andato, mio nonno non ci sta piu con la testa. La pensione dopo un anno ancora non arriva, ho il mutuo di mia madre da pagare, piu bollette, dipendenti da liquidare della sua vecchia ditta,cibo, medicine, benzina per portarla al day hospital dove fra l’altro le restano poche sedute da fare grazie ai tagli che il governo ha fatto sulla sanità. Come se non bastasse mi si è rotta la macchina con cui la portavo e non ho soldi per ripararla. Sono stata abbandonata non solo dallo stato ma anche dai miei familiari, ce la sto facendo solo con le mie forze, finché ce la farò perché in realtà il crollo psicologico e fisico è imminente. Lo stato non ci aiuta, non lo ha mai fatto e non lo farà mai. Un invalido pesa solo sul familiare che per scelta o per obbligo deve prendersene cura. Passeranno gli anni e durante la mia giovinezza non potrò fare niente per il mio futuro. Spero che quello che è accaduto a me possa accadere ai loro stessi figli, ma sappiamo tutti che i figli dei privilegiati restano privilegiati in tutto e per tutto. Loro vivono nella ricchezza grazie alle nostre tasse e al nostro lavoro. Ho scritto qui per sfogarmi perché ormai non mi aspetto piu niente da nessuno. Da piccola avevo un sogno, ora spero solo di riuscire ad avere una vita, un giorno, forse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.