Come eliminare i debiti col Fisco? Fate attenzione!

Link Sponsorizzati:

debito

La crisi sta massacrando tantissime famiglie italiane che, purtroppo, non riescono neppure ad arrivare alla terza settimana del mese; il numero dei poveri aumenta costantemente, nascono i supermercati per disoccupati e i giovani provano ad inventarsi i lavori attraverso il web.

In questo periodo di crisi e di problematiche, le persone si indebitano notevolmente per poter risolvere i problemi finanziari e le ultime ricerche mostrano che il debito medio di un nucleo famigliare è di circa 20.000 euro.
Ecco allora che spuntano alcune società che promettono di avere dei prestiti bancari a dei tassi molto inferiori confronto a quelli normali.

AffariItaliani ha intervistato Elio Lannutti, presidente dell’Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari e Finanziari, il quale ha riferito della presenza di alcune aziende fantasma che truffano gli italiani.
Una in particolare, nata e fallita in pochissimo tempo, prometteva di risolvere tutti i problemi con una semplice quota di ingresso di 390 euro.

Una volta pagati questi soldi, la società avrebbe procurato sconti fino al 70% sui prestiti da restituire alle banche; la verità è però tutt’altra, infatti il gruppo ha acquistato diamanti in Africa e dichiarato fallimento sparendo nel nulla.

Lannutti spiega: “Le denunce le abbiamo fatte noi. Ma la situazione non si è risolta dopo il fallimento di Agenzia Debiti. Ci sono altre società che spuntano come funghi. Si tratta di una gigantesca truffa ai danni di chi è in difficoltà e dei bisognosi. Poi dalle carte dell’inchiesta sull’Agenzia Debiti è venuta fuori la verità. Abbiamo presentato sei interrogazioni parlamentari. La cosa grave non è che ci siano le truffe, ma che il governo abbia girato la testa dall’altra parte. La situazione è persino peggiorata. La crisi è diventata ancora più grave e società di questo tipo continuano ad operare”.



Commenti

comments

7 Responses to Come eliminare i debiti col Fisco? Fate attenzione!

  1. angelo ha detto:

    sono disocupato dal.2009 con la moglie malata di sclerosi multipla dal 2005 . e ancora sono disocupato ma al coverno non cinderesa .basta pagare le tasse epoi boh vergogniatevi.coverno latro…..

    • Barbadav ha detto:

      io sono dioccupato dal 2012 con moglie malata di sclerosi multipla dal 1994!!!

  2. Luca ha detto:

    Decreto legge immediato per abolire da SUBITO i pagamenti strozzini a EQUITALIA…..basta …..gli Italiani devono ritrovare respiro economico…siamo alla canna del gas !…così produciamo solo poveri, suicidi e vita senza speranza……cambiamo da subito !

  3. marco ha detto:

    io ho 33 anni e nn lavoro da una vita…come si fa a nn commettere un gesto eclatante o cercare di restare nella legalità?

    • melchiorre ha detto:

      iL gesto singolo eclatante e’ una noce che suona nel grande sacco….Ama la vita come te stesso cerca di emigrare in un paese meno corrotto.
      Grazie..!! amici che ti accoglieranno come famiglia.

      Alimenterai solo programmi di giornalismo e di cronaca arricchendo i neofiti della politica ; giornalisti, reporter,conduttori e presidenti di testate, aumentando l’odiens e i loro contratti TV millionari di compensi anche scrittori e vendite editoriali.
      Ti dimenticheranno subito come il gesto del francese contro i matrimoni gay.

  4. MARIA ha detto:

    ———-
    Buongiorno,mi chiamo Maria Pace

    Vorrei dei chiarimenti su Equitalia.

    Ho delle cartelle esattoriali che non riesco a pagare, in quanto la mia pensione e’ di € 495.00 mensile

    avevo un’attivita’ commerciale, chiusa il 31/12/2009, in quanto era in perdita.

    Avevo chiesto la rateizzazione, e stavo pagando. L’anno scorso mi ammalai, di una malattia poco conosciuta, e per far

    fronte a spese mediche, non pagai piu’. Mi arrivarono altre cartelle minatorie. dove mi volevano ipotecare la casa e

    cosi’ rivolgendomi nuovamente ad Equitalia mi hanno rinnovato la dilazione con altri interessi.

    Ho pagato qualche rata, ma ora non e’ piu’ sostenibile, perche’ le rate superano la pensione che percepisco, e sono

    praticamente circa 445,00 + 122,00 l’altra, oltre un’altra cartella esattoriale che non riesco a dilazionare perche’ ci sono

    delle rate scadute.

    La mia domanda e’ questa: si potrebbe chiedere una riduzione di questo debito, data la mia situazione.

    Vorrei gentilmente delle notizie in merito, altrimenti per me e’ veramente da suicidio, non so come fare.

    In attesa, ringrazio e saluto cordialmente.

    Maria Pace

  5. ermanno ha detto:

    manda una lettera al capo dello stato e a un giornale importante,spiegando la tua situazione,non avere vergogna,che la vergogna e di questo stato che permette di infierire sulla povera gente,uno stato cieco e ottuso incapace di punire i veri evasori,ma con la povera gente mostra i muscoli,e il capo dello stato permette tutto questo,e dichiara che siamo un paese democratico,e manca di coraggio.un caro saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.