Bollette Luce e Gas aumenteranno per salvare Alitalia?

Alitalia, la compagnia di bandiera italiana, è stata spesso protagonista nelle discussioni dei Governi che si sono succeduti negli ultimi anni.

alitalia bollette enel

Dal famoso salvataggio dell’era Berlusconi con i “capitani coraggiosi” che riuscirono ad acquisire la compagnia ad un prezzo stracciato, ai vari miliardi impegnati dai Governi successivi per permettere ad Alitalia di continuare a vivere.

Anche per il Governo del Movimento Cinque Stelle e della Lega sembra che stia per arrivare la grana Alitalia. La compagnia sta infatti per finire le risorse ed arriva un allarme direttamente dall’Arera  – Autorità dell’Energia che ha inviato una lettera al Parlamento. Secondo quanto indicato dall’Arera, infatti, nel decreto crescita vi sono due articoli (il 37 ed il 50) del decreto crescita che prevedono la possibilità di utilizzare 650 milioni di euro delle risorse accumulate per permettere la continuità del servizio di Alitalia, ed è per questo motivo che la stessa Autorità dell’Energia si è rivolta al Parlamento per modificare tale norma.

Link Sponsorizzati:

Secondo Arera, se le cose dovessero restare cosi, tali somme potrebbero avere delle ripercussioni negative e si potrebbero tradurre in un clamoroso aumento dei prezzi dell’energia per imprese e famiglie, con conseguente aumento delle bollette di luce e gas, portando di nuovo ad una grave depressione economica. L’Arera ha quindi sottolineato che si impegnerà a mantenere quanto indicato negli accordi precedentemente siglati, ma ha invitato il Governo a verificare e trovare il modo di modificare tali articoli in modo da tutelare i clienti e mantenere comunque l’efficienza dei servizi erogati.

Se invece cercate un modo per poter risparmiare notevolmente sulla bolletta Enel e desiderate ottenere un rimborso (per via del prezzo troppo alto dell’energia elettrica), vi consigliamo vivamente di leggere quest’articolo scritto dalla nostra redazione.

Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *