Ecco il Bonus per giovani tra i 20 e 30 anni: sino a 12000 euro.

Link Sponsorizzati:

bonus 400 euro famiglie

E’ stato pubblicato ieri un nuovo decreto da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e reso finalmente valido e operativo in cui si stabilisce l’annullamento del tetto massimo degli aiuti, secondo il Regolamento De Minimis, in cui erano previsti fino a 200.000 di incentivi per tre anni.
Tale tetto poneva un limite alle assunzioni e metteva in difficoltà alcuni datori di lavoro, ma ora la cosa dovrebbe essere risolta ed è previsto un aumento degli assunti in base al progetto Garanzia Giovani.

Il Bonus per i giovani sarà inoltre raddoppiato se saranno assunte risorse per la prima volta e se queste ultime hanno svolto un tirocinio secondo quanto stabilito dal Programma. Gli incentivi prevedono bonus supplementari per le assunzioni a tempo indeterminato, mentre sono quasi nulli per tipo di contratti come stage o tempo determinato.
Il Ministero ha pubblicato una tabella in cui sono chiariti gli incentivi in base al profilo del lavoratore. In caso di alto profilo e di contratto a tempo indeterminato i bonus giovani possono arrivare fino a 12000 euro, mentre scendono a poco più di 2000 euro nei casi di contratti a tempo determinato sotto i 12 mesi. I vari casi sono disponibili nella descrizione del decreto legge pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

I bonus possono essere cumulati agli sgravi contributivi previsti per assunzioni di disoccupati, giovani genitori o apprendisti.
Il Bonus per i giovani è soggetto ad alcuni requisiti e vale per i lavoratori iscritti al Progetto Garanzia Giovani con un’età compresa tra 15 e 29 anni:

  • Se l’età della risorsa è compresa tra 16 e 24 anni l’assunzione deve risultare in un incremento occupazionale netto calcolato in base agli occupati dell’anno precedente, esclusi taluni casi di dimissioni, pensionamenti e altri casi specifici indicati
  • Se l’età della risorsa è compresa tra 25 e 29 anni, l’assunzione dovrà comunque risultare in un incremento occupazionale, ma inoltre la risorsa dovrà dimostrare di essere disoccupato da almeno sei mesi eprivo di diploma di maturità

Tutte le assunzioni sono possibili nel caso in cui nell’azienda ci sia un tasso di disparità tra dipendenti uomo/donna pari o superiore al 25%, purchè sia sempre dimostrato l’incremento occupazionale netto, l’unico requisiti insindacabile.
Si fa presente che il Bonus per i giovani è comunque soggetto ai limiti di stanziamento previsti per ogni Regione.

Il Progetto Garanzia Giovani prevede anche una serie di altre misure volte ad aiutare anche i cosiddetti Neet, quelle persone che non hanno un impiego o una qualifica e non sono iscritti a nessun corso formativo.
Ma il progetto non comprende solo agevolazioni per le assunzioni ma anche una serie di altri incentivi tra cui:
Selfiemployement: un prestito senza tasso di interesse fino ad un massimo di 50.000 euro per i giovani che vogliono fondare un’impresa e lavorare da liberi professionisti
Tirocini Retribuiti: una serie di stage finanziati dalle varie Regioni

Corsi di Formazione gratuiti: una serie di percorsi formativi per insegnare mestieri ai vari giovani, come il famoso corso “crescere in digitale” in collaborazione con Google che apre la strada a diversi stage per le risorse che dimostrano più valore
Orientamento: incontri con esperti per chiedere aiuto sulla strada da intraprendere
Cerca Lavoro: incontri per migliorare le competenze delle persone alla ricerca di un lavoro ed aiutarle a muoversi nella preparazione del proprio profilo, dal curriculum, ai colloqui e a muoversi online.



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *