Novità Poste Italiane: 6000 nuove assunzioni e aumenti stipendi.

Link Sponsorizzati:

poste italiane lavoro

Poste Italiane ha raggiunto un accordo con i principali sindacati per la discussione sui rinnovi delle condizioni lavorative dei dipendenti della società. Saranno disposti diversi aumenti di stipendio ed anche diverse nuove assunzioni che andranno a coprire i pensionamenti e permetteranno di abbassare l’età media di dipendenti di una delle società più importanti nel panorama italiano.

La notizia è stata confermata da un comunicato stampa emesso dalle principali sigle sindacali: gli stipendi saranno aumentati in due fasi, una che prenderà parte a febbraio ed un’altra per ottobre, e per i nuovi assunti ci sarà un salario minimo garantito.
Per i dipendenti saranno predisposti una serie di percorsi formativi che permetterà di valorizzare e sviluppare le conoscenze e di migliorare i servizi offerti al cittadino. Molti lavoratori più esperti riceveranno una promozione e per tutti sarà disposto un Fondo Sanitario per i dipendenti direttamente a carico dell’azienda.

Per ultima, ma non meno importante, Poste Italiane ha fatto sapere che si dedicherà alla stabilizzazione di diversi lavoratori attualmente con contratti a tempo determinato, che potranno quindi beneficiare poi anche degli aumenti di stipendio sopracitati.
Tutti gli interessati a lavorare presso il Gruppo Poste Italiane in Italia possono visitare il sito ufficiale presso la pagina delle carriere e selezioni del Gruppo dove sono elencati tutti gli annunci di lavoro e dove è possibile effettuare la propria candidatura attraverso la registrazione del proprio curriculum vitae in corrispondenza degli annunci di proprio interesse.

Per qualsiasi informazione aggiuntiva vi forniamo il testo del Comunicato dei Sindacati e il Verbale della Riunione con Poste Italiane.
Desideriamo infine ricordarvi che tutti gli annunci di lavoro sono rivolti ad entrambi i sessi, ai sensi delle leggi 903/77 e 125/91 (tranne ove specificato).



Commenti

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *