Poste Italiane assunzioni 2022: si cercano Postini e altri Addetti in tutta Italia.

Il Gruppo Poste Italiane ha confermato di voler assumere nuove risorse da impiegare come Postini o altre figure da inserire in diversi uffici sul territorio. Le figure saranno selezionate tra candidati che risiedono all’interno del territorio nazionale.

lavoro poste italiane

Ricordiamo che il Gruppo Poste Italiane occupa oggi una rete di quasi 13.000 uffici postali in cui lavorano più di 125.000 dipendenti. Esso opera nei settori del recapito, della logistica, del risparmio, oltre che nei servizi finanziari e assicurativi. Il Gruppo Poste Italiane è oggi quotato in borsa ed è controllato per il 29,3% dal Ministero dell’Economia e della Finanze (MEF), per il 35% da Cassa Depositi e Prestiti, a sua volta controllata dal MEF, e per la residua parte da investitori istituzionali e retail.

Tutti gli interessati devono rispettare i seguenti requisiti:

  • aver maturato almeno due anni di esperienza nel settore bancario o assicurativo, in ambito commerciale e/o in attività di consulenza e vendita in materia di investimenti, prodotti assicurativi e finanziamenti;
  • doti di orientamento al cliente
  • capacità di perseguire gli obiettivi
  • capacità organizzative, doti relazionali e comunicative
  • possesso del patentino di bilinguismo per coloro che vogliono lavorare nella provincia di Bolzano
  • capacità di guida di uno scooter 125 cc

Al momento sono ricercati Postini per il Gruppo Poste Italiane nelle seguenti sedi:

  • Piemonte – Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbano Cusio Ossola;
  • Valle d’Aosta – Aosta;
  • Friuli Venezia Giulia – Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone;
  • Trentino Alto Adige – Trento, Bolzano;
  • Umbria – Perugia, Terni;
  • Toscana – Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto, Prato;
  • Liguria – Imperia, Savona, Genova, La Spezia;
  • Emilia Romagna – Parma, Bologna, Ravenna, Forlì Cesena, Rimini, Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Ferrara;
  • Marche – Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo;
  • Molise – Campobasso, Isernia;
  • Puglia – Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Lecce, Barletta Andria Trani;
  • Basilicata – Potenza, Matera;
  • Lazio – Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone;
  • Abruzzo – L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti;
  • Sardegna – Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia Iglesias;
  • Sicilia – Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa;
  • Campania – Caserta, Benevento, Napoli, Avellino, Salerno;
  • Calabria – Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone, Vibo Valentia.

Si precisa che i candidati potranno inviare la candidatura per una sola delle sedi indicate entro il 15 giugno 2022 e che verrà offerto loro un contratto iniziale a tempo determinato della durata di tre o quattro mesi per i mesi estivi, con uno stipendio di 1.200 euro al mese netti.
Il Gruppo Poste Italiane è anche alla ricerca dei seguenti profili:

  • Laureati per la Funzione Digital, Technology e Operations – varie sedi sul territorio nazionale;
  • Figure di fronte end – Bolzano, Trentino Alto Adige;
  • Junior Real Estate Engineer – Roma, Torino, Genova, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Pescara, Cagliari, Napoli, Reggio Calabria, Bari e Palermo;
  • Consulenti Finanziari – varie sedi sul territorio nazionale.

Come Candidarsi in Poste Italiane:

Tutti gli interessati a lavorare presso il Gruppo Poste Italiane possono visitare il sito ufficiale presso la pagina delle carriere e selezioni del Gruppo dove sono elencati tutti gli annunci di lavoro e dove è possibile effettuare la propria candidatura attraverso la registrazione del proprio curriculum vitae in corrispondenza degli annunci di proprio interesse.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Articoli che potrebbero interessarti:

Commenti

comments

3 Comments

  1. Salve volevo sapere quando ci sarà il bando per “portapacchi” comunemente chiamato postino ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button