Vivere con 350 euro al mese? Ecco 5 Nazioni dove è realmente possibile!

Link Sponsorizzati:

maldive paradiso tropicale

Al giorno d’oggi vivere in Italia sta diventando sempre più difficile: le bollette, così come il prezzo del petrolio e degli alimentari hanno subito un incremento notevole e la situazione non accenna a migliorare..

Migliaia di famiglie sono ridotte in miseria, i politici non si decideno a diminuire i costi della gestione del Paese e periodicamente assistiamo a scene strazianti che si concludono con gesti di estrema disperazione.
Proprio per questo motivo sempre più italiani decidono di espatriare all’estero, cercando gloria ma soprattutto sperando di poter vivere in maniera più dignitosa.

Seppur sia possibile trovare lavoro in Svizzera e in altri Paesi, qualcuno, in questo periodo, sta pensando seriamente di volare in un paradiso tropicale e per questo motivo oggi ti proponiamo almeno 5 località nelle quali è possibile vivere con soltanto 350 euro al mese a persona (e 700 euro a coppia).

Ecco l’elenco delle 5 Nazioni, fornito dal famoso quotidiano Huffington Post:

  1. Messico
  2. Panama
  3. Malesia
  4. Equador
  5. Nicaragua

Questi posti sono affascinanti e vivere con quella cifra è veramente possibile: queste parole sono state pronunciate da innumerevoli ragazzi e pensionati che, dopo aver tastato il terreno, hanno deciso di trasferirsi definitivamente.
Il budget mensile, che varia da 350 ai 900 euro al mese, permette di pagare tutto: affitto, medicinali, alimentari e divertimento.



Commenti

comments

68 Responses to Vivere con 350 euro al mese? Ecco 5 Nazioni dove è realmente possibile!

  1. rosario ha detto:

    Si parla di 5 paesi dove si può vivere con 350 euro al mese.Ma io come disabile, e non potendomi difendere,non riuscirei a vivere neppure là, perchè la classe degli ignoranti che ci governa, sostengono che con 290 euro al mese, gli inabili possono tranquillamente viverci, e curarsi.

  2. Loredana ha detto:

    Non so negli altri stati ma in Malesia io ci ho vissuto per due anni e vi garantisco che con 500€ al mese non ci fai proprio niente. Sicuramente costa meno che qui e ci sono più opportunità ma non regalano niente, anche se ci sono dei vantaggi particolari per i nostri pensionati.

  3. Luciano ha detto:

    Perche’ invece di espatriare non facciamo pagare a questi cialtroni di politici tutte le loro ruberie ed il malaffare che ci sta governando. Bisogna fare una bella pulizia di questa gentaglia che ci governa altro che espatriare. Possibili che siamo cosi coglioni da lasciare il nostro paese per colpa digentaglia che noi stessi abbiamo votato. Mandiamoli loro in africa questi ladroni ma sequestrando tutte le loro ricchezze che altro non sono che ruberie ai nostri danni

    • tony ha detto:

      Certamente!!! Domenica avrete le armi per farlo…..

    • citera antonio ha detto:

      luciano …sono d’accordo

    • GABRIELE ALLEVA ha detto:

      questa e la soluzione propio buona ma dovremo essere italiani come una volta CON LE PALLE

    • giovanni ha detto:

      è vero quello che dici ma i ladri che ci governano li eleggiamo noi

    • luigi precuzzi ha detto:

      sono d accordo con te Luciano, il nostro e un bel paese decisamente piu avanzato di quegli stati sopra menzionati, dobbiamo solo renderlo vivibile.

    • Leo ha detto:

      Bravo Luciano, è giusto quello che dici. perchè mai dovremmo scappare dal nostro paese per colpa dei porci che rubano tutto.C’è tanto posto per loro in Africa o in Siberia..

      • tmp ha detto:

        sei disposto a fare una rivoluzione anche armata?
        o come gli altri dici.VAI AVANTI TE PRIMA CHE POI TI SEGUO.
        CI SIAMO DIMENTICATI CHE COSA VUOL DIRE FAME PER 60 ANNI E PIU’ ED ORA SI RITORNA A QUEI TEMPI SE NON FACCIAMO LOTTA INTERNA COME I FRATELLI MUSULMANI.

      • sante ha detto:

        comunque per aggiustare l’italia ci vorrebbe la dittatura, noi popolo illusionista e credulone anche noi diamo una mano a questi ladroni a corromperci magari sistemando i nostri figli con una buona mazzetta la colpa e nostra che non abbiamo i tributi per usarli al momento giusto…….popolo di venduti

        • STEFANO ha detto:

          con la dittatura faremmo definitivamente la fame ..meglio rompere le ossa ai politici ad ogni consultazione elettorale ..cambiare cambiare cambiare sempre ogni 5 anni

    • Antonio ha detto:

      Ha ragione Luciano,io vivo in Brasile, ma sta aumentando tutto! Le automobili, sebbene prodotte qui, costano il 30/40% piú care dell’Europa.Adesso i pomodori sono diventati oro ! 3/4 euro alkg. Patate, 2 euro kg.Gli appartamenti che non rispettano le altezze minime e fatti malissimo, con infissi ridicoli in alluminio e porte liscie di pino, costano piú che in Europa.Zona sud, dove la temperatura scende anche a volte – O non
      ci sono riscaldamenti.Carissima é diventata la vita qui in Brasile che sconsiglio a priori.

    • PATRIZIA D'AGOSTINI ha detto:

      SONO DACCORDISSIMO CON TE, E NON CAPISCO COSA SI STIA ANCORFA SPETTANDO!!!

    • filippo ha detto:

      Hai ragione, ma non penso che bisogna SOLO mandare via quei politici corrotti!! Bisogna far capire lo sbaglio che stanno facendo tutti quelli che li hanno votati!!!

    • gianluca ha detto:

      Parole sante Luciano bisognerebbe fare una rivoluzione cambiare tutta la politica e i loro stipendi non superiori alle 5000 euro questi sono i nostri dipendenti la paga la dobbiamo decidere noi in base alle loro capacita’

    • vincenzo ha detto:

      d accordissimo. riprendiamoci il nostro paese,o con le buone o con le cattive. e arrivata l ora,adesso basta

    • leonardo7 ha detto:

      caro luciano, hai toccato il tasto giusto! è proprio quello che tutti gli italiani dovrebbero fare!!vedi, se quando si va dentro la cabina elettorale, tutti noi metessino la X sopra al simbolo giusto[M5S] secondo me; si riuscirebbe a fare ciò che hai detto tu!pure sequestrando tutti i beni dei ladroni, prima di confinarli in un’isola deserta : possibilmente, senza bandiera! se non esiste; la si compra e ci si mette tutti i ladroni assieme!e che si fottino l’un l’altro!!!! basta che ce li togliamo dal nostro paese, che è tanto bello!

      • giulio ha detto:

        Sono d’accordo conte. votiamo tutti MM5, facciamo il TAM TAM

  4. renzo ha detto:

    Quì in italia la vita è un tormentone, una via crucis perenne, ma penso che in qualsiasi posto della terra nessuno ti regala niente…..se hai soldi, và tutto bene altrimenti…..

    • filippo ha detto:

      Certo ,infatti, quà si tratta di comprendere dove uno che percepisce mensilmente 800/900euro può “sfangarla” meglio!!!

  5. susanna visintin ha detto:

    bisogna averne cmq di soldi x vivere in quei paesi senza lavorare…

  6. tino ha detto:

    certo che se un italiano deve scegliere un’altro paese per potere soppravvivere e’ segno che qui non c’e’ piu nulla da fare se non la rivoluzione totale.

    • Patrizia ha detto:

      Purtroppo è così, noi ce ne siamo andati!

      • Roberto ha detto:

        Ti sarei grato se mi dessi alcune informazioni sul posto dove vi sietre trasferiti,come vi trovate è quale è il costo per una buona vita. Ti ringrazio in anticipo ed a presto….Roberto

        • armand ha detto:

          anche noi ce ne siamo andati da tre anni ,siamo in svezia,anche qui la vita è dura,prima di essere sufficenti son passati 2 anni e mezzo ,quindi bisogna partire con un bel gruzzolo.Non so come saremmo ridotti se fossimo rimasti in italia con due bambini piccoli e senza lavoro.I pochi soldi risparmiati con anni di lavoro,sarebbero finiti in poco tempo e non voglio pensare a quello che sarebbe successo.Quindi tanto coraggio e un bel po di furtuna

    • antonio ha detto:

      anche io son dovuto emigrare 6 mesi fa’ dalla SARDEGNA,nazione scelta MALTA.Purtroppo si’ dopo 3 anni di disoccupazione in mobilita,e cercando sempre un lavoro.Trovandolo per qualche mese,qualche settimana,e togliendomi pian piano la mobilita’.Io ho fatto questa scelta perche’ penso che non bisogna vivere da parasitta.qui ho un lavoro,e credetemi ritrovarsi dove ti alzi la mattina e sai di andare al lavoro e’ riprendersi la vita perduta a 48 anni e ritrovata a 51 in un paese straniero.CMQragazzi qui con 1000 euro si vive.

  7. Salvatore ha detto:

    Vivo in Thailandia da 8 anni dove la vita costa sicuramente meno della Malesia citata tra i cinque paesi. Per vivere decorosamente servono 1000 euro al mese sperando che non ti ammali perchè l’assistenza sanitaria è completamente a pagamento. Non conosco gli altri 4 paesi. Ma in Malesia con 350 euro al mese non riesci a sopravvivere.

    • silvano poscia ha detto:

      Anch’io vivo in thailandia da 5 anni vivendo con i 550 euro al mese che quest’Italia di merda mi passa dopo 44 anni di lavoro. ho casa e terra la moto ed un pickup. poi dipende sempre cosa intendi per vivere decentemente. qua certo non muori di fame. certo che se vuoi lasagne, canelloni e la fiorentina allora stai in Italia. poi ci sono assicurazioni molto economiche che ti coprono le eventuali spese mediche. Non certo in Malesia

      • gianni ha detto:

        io sarei daccordo di partire ma mi servirebbe una partner coraggiosa che venga con me percepisco 600 euro al mese e in due forse ce la faremmo solo con la veneranda eta di 65 anni sarebbe difficile. se sei coraggiosa scrivimi ciao gianni

        • Rosella ha detto:

          Ciao Gianni mi chiamo Rosella e vivo nella provincia di Roma, anch io ho la tua stessa cifra a disposizione, io sono coraggiosa lo sono sempre stata solo che non ho tanta voglia di formare coppia ho bisogno sì di cambiare… Anche paese ho 61 anni, se ti va mettiti in contatto a rosella.malomo@iCloud.com

          • admin ha detto:

            Ciao,
            Per candidarti, devi seguire tutte le indicazioni presenti nell’articolo!

            Grazie,
            Lo Staff.

  8. Lucio ha detto:

    Conosco il Messico ma, tra due anni credo che andrò a vivere in India, dove gia vive mio figlio, sempre che ci riesca ad arrivare a prendere la pensione altrimenti: CARITAS. Tutta la mia solidarietà a Rosario.

  9. Olimpio ha detto:

    Uniamoci,l’unità fa la forza,è il momento buono,sono delle pecore sciolte e senza guida si cacano sotto,riaccendiamo i forni in campagna e cacciamoli dentro,è il momento giusto,ora o mai più.Non ci sarà nuova opportunità.Non dobbiamo regalargli le nostre case,come molti ipotizzano e poi scappare dove si vive con 300 euro al mese,ci vadano questi pezzenti.I sacrifici che ho fatto non hanno prezzo,nessuno mi ha egalato nulla.

  10. Fortuna ha detto:

    Che sognatori. Mi chiedo perché se si sta tanto bene in quei paesi in Italia ( e non solo ) ci sono centinaia di migliaia di sudamericani e centralamericani. Prima devi trovare lavoro e poi se non hai soldi l’assistenza sanitaria è malmessa. Anche la Repubblica domenicana.

  11. Sergio Edgar Scalfaro Ponce ha detto:

    Diciamo che Con 350 euro non credo che siano sufficienti per vivere in Messico, da 500 in su credo di si, ma se ti ammmali e non possiedi l’assicurazione, paghi molto le medicine, il problema e sicurezza in messico, i migliori posti per vivere e sicuri e’ Xalapa.

  12. giampiero ha detto:

    beh ragazzi io vivo in costa rica da 6 anni,ma anche qui le cose sono e stanno cambiando,tutto molto caro(es.ci lamentiamo in italia del nostro canone televisivo? 123 euro. qua ne costa $360)x nn parlare di acqua e luce…..gli affitti logicamente in case dignitose come siamo abituati noi italiani da 600$ fino a 1200.il lavoro nn e’ facile da trovare e se vai a fare il dipendente guadagni max 500$.quindi io sono daccordo con Olimpo…uniamoci in tanti…..e tutti fuori dai coglioni a sto branco di ladri

  13. gian matteo ha detto:

    io me ne vado piu’vicino,visto che ho una compagna rumuna,dopo la stagione al mare come cuoco mi compro una casa in Romania e con una pensione di 800e.mi metto a fare il contadino e vivo decentemente.

    • Cristian ha detto:

      Sto in Romania. Vivo in una media citta’ in un appartamento arredato, in centro, con tutti i comforts (di livello medio-basso secondo gli standard italiani), inclusi riscaldamento e internet. Il totale delle spese per la casa, affitto incluso, sono 200 euro/mese d’estate e 250 euro d’inverno.

      • Francesca ha detto:

        Sì ok ma … il costo della vita?! Auto?! Benzina?! … Sanità come sta messa?!

  14. massimo forlani ha detto:

    quanto meno doveroso dire che in questi paesi l assistenza sanitaria e per mezzo di assicurazioni private , che ha 65 anni chidono le polize .. poi in caso di malattia che fare ? l unico e mantenere la cittadinanza >Italiana e tornare in caso di malattie serie. Per il resto gli alimenti in Messico sono generalmente buoni ed a ottimi prezzi , per esempio ..carne di maiale x kg 3,5 xeuro , carne di bovino x kg 4,5 euro , filetto di vitello x kg 10 euro , 12 uova x 1,5 euro !!, latte 0.70 cent x litro , farina 0.40 x kilo, ….
    Gli affitti possono variare dipendendo le zone , dai 200 euro ( molto semplici ) in su . Ci sono case di interesse sociale molto piccole ma con tutti i servizi che costano circa 20.000 euro . i trasporti in generale sono molto piu economici , la benzina costa piu o meno 0.80 cent di euro x litro !!!.
    Be ..se qualcuno volesse sapere di piu …aqui estoy

    • silvia guzzo ha detto:

      ciao mi interessa sapere di piu’ del posto dove vivi . grazie x le informazzioni..ciao

    • agnese bella ha detto:

      te li sei sognati questi prezzi latte compreso. Io ho intenzione di trasferirmi in Messico (tra Cancun e Playa Del Carmine)in un paese sul mare di 10.000 abitanti. Ci sono stata 2 mesi ed ho pagato 6.000 pesos al mese equivalenti a 420 euro x 30 mq. La casa a 250 euro la trovi in mezzo alle baracche e, penso, che noi italiani no
      n ci siamo abituati.

    • giorgio ha detto:

      Massimo sono seriamente intenzionato a trasferirmi in Massimo vorrei trasferirmi in Messico, solo che mi preoccupa molto la questione “sicurezza” dicono che la delinquenza sia cresciuta molto al punto che in alcune zone non si può più andare a vivere.
      Cortesemente mi puoi dire come stanno veramente le cose.
      grazie
      giorgio

    • Giorgio ha detto:

      Ciao, sono interessato a trasferirmi in Messico ma mi spaventa un pò la criminalità. Tu dove vivi e cosa mi puoi dire al riguardo.
      grazie per la disponibilità
      giorgio

  15. Roberto ha detto:

    Interessantissimo,è uno spaccato di vita reale ed attuale,molto costruttivo e di grande aiuto….complimenti a tutti i partecipanti e forza e fratellanza per tutti noi Italiani……..ciao e buona vita….Roberto

  16. Giorgio ha detto:

    Non vorrei gettare un secchio di acqua gelata sui vostri sogni di espatrio, ma considerate il fatto che, lasciando tutto in Italia (vendere casa, auto, ecc.), per andare in Paesi dove si vive con poco, farete come l’equipaggio Mayflower (brucerete le vostre navi), e non potrete mai più tornare indietro. Questo perché in paesi poveri, si può anche vivere con poco, ma se un giorno voleste tornare in Italia, lo potreste fare solo vincendo alla lotteria, dato che con la moneta locale ci vorranno cifre enormi anche solo per il biglietto aereo. Se invece cercate la qualità di vita e siete disposti al non-ritorno, può essere una scelta da considerare.
    Ve lo dice uno che da 19 anni vive in Brasile e che, se volesse tornare in Italia (cosa che non mi passa nemmeno per la testa), non potrebbe più, perché per ricostruirmi una vita in Italia, anche modesta, mi servirebbero capitali che qui solo pochi guadagnano. Qui, con 3.000 reais si vive bene, ma questi equivalgono a soli 1.165 euro e non metti da parte niente. Per affittare una casa, comprare un auto e sopravvivere in Italia, credo che siano molto pochi, o perlomeno non mi permetterebbero nemmeno lontanamente di vivere come vivo qui.
    Pensate anche a questo, prima di “bruciare le navi”! E poi informatevi bene sulle leggi di immigrazione del Paese che avrete scelto, prima di fare il grande passo.
    Se non lo fate, potreste trovarvi con amare sorprese, come tanti che sono arrivati qui, credendo di poterci stare liberamente, ma sono dovuti tornare indietro con le pive nel sacco.

    • Luca ha detto:

      Ciao Giorgio anch’io mi sono trasferito per lavoro in Brasile ma a dire il vero mi sembra che per vivere “come un italiano è abituato in patria” la vita adesso è più costosa (mettici assicurazione sanitaria, scuola per la figlia etc). Almeno nello stato di San Paolo, dove è possibile (non facile) trovare delle buone opportunità di lavoro. Non definirei quindi il Brasile un paese low cost. Giustamente non mi sarei trasferito senza avere possibilità di tornare, non ho bruciato la nave e non lo consiglerei a nessuno.
      Anche perchè il domani può essere differente e incerto qui come altrove, nessuno sa bene e può prevedere come gira questo mondo (mal) globalizzato.
      Tu in che stato vivi ? Magari mi trasferisco anch’io.. Abraço

  17. agnese bella ha detto:

    se hai 1.500 euro al mese puoi vivere dignitosamente in moltissimi posti tranne che in Italia.x I pensionati che lasciano la casa in Italia è come dici tu, ma nel mio caso, lascerei la casa in Italia -anche se dubito che una volta andata via possa ritornare-.

  18. SVEGLIAMOCI ha detto:

    INVECE DI ANDARCENE NOI PERCHE’ NON PRENDIAMO A PCALCI IN BOCCA CHI CI COMANDA????

  19. Alberto ha detto:

    Ho vissuto nel 2012 in Bielorussia e con la pensione minima si vive bene. Senza scialacquamenti è ovvio. Benzina GPL Gasolio o Metano hanno lo stesso prezzo 0,65€, assicurazione macchina 1400 cc solo 30€ l’anno…..Si trova tutto e si vive tranquilli,pulizia nelle strade e cortesia della gente….. eccezione per chi soffre eccessivamente il freddo.

  20. aldo ha detto:

    Ha ragione l’amico che dice testualmente:facciamo pagare le tasse a tutti gli evasori e vedrete che il n/s paese sara’ il migliore al mondo,questo meraviglioso paese e’ stato portato al fallimento dai n/s politici in 40 anni di malgoverno,ruberie ,mazzette ,corruzzione dilagante ,presidenti del consiglio che ha sdoganato le mazzette e la corruzzione ,cosa vogliamo di piu’ e’ gia tanto che non siamo precipitati nel baratro,ma io credo che e’ in atto una rivoluzione di democrazia senza armi e senza bombe .

    • gianni ha detto:

      se tutti pagassero le tasse sarebbe giusto ma nn servirebbe a nulla si aumenterebbero il loro stipendio all’inverosimile auto blu a iosa e scorte raddoppiate e x noi rimarrebbero le bricciole –lo dico da molto sono solo in 1000 nn ci vorrebbe molto x eliminare la feccia basterebbe che in ogni posto dove vivono loro si unissero dei cittadini e li portassero alla paura. questi sono belli e tranquilli le loro frasi sono:dobbiamo fare-la prima cosa da fare- sicuramente faremo. ma poi il buio totale. discutono su berluscono, invece di discutere sul problema vivere siamo al 56% di tasse ogni giorno ne inventano una basta basta basta

  21. alberto ha detto:

    Cari amici io ho avuto la fortuna di girare il mondo in lungo e in largo,ho vissuto in luoghi meravigliosi ho sempre fatto la bella vita per mia fortuna,ma credetemi non esiste paese al mondo bello come il ns,quindi secondo mè dobbiamo lavorare per davvero e riprenderci il ns paese,a casa tutti coloro che remano contro,via coloro che sono il cancro,l’Italia se ben gestita può dominare il mondo come la storia ci insegna PS cmq tra tutti i luoghi visitati il top per mè è l’Australia

    • ERNESTO Spagnuolo ha detto:

      Alberto anche io per mia fortuna ho girato mezzo mondo,devo complimentarmi perché ogni cosa che hai detto è sacrosanta verità,posso dirti che appena mettevo piede sul suolo Italiano il mio sangue de fluiva in una maniera di versa di quando stavo fuori.Io sono innamorato dell’Africa,il kenya ci ho vissuto sono 30 anni che vado e vengo,ma è come dici tu bisogna che ci riprendiamo il nostro bel paese perché di eguali al mondo non esistono,a Malindi con 700 euro al mese una persona può vivere dignitosamente e avere anche del personale come aiuto ogni persona costa dai 70 ai 100 euro al mese compreso contributi,certo è che se ti ammali e non possiedi soldi puoi anche morire che nessuno ospedale ti fa entrare PERò SE NON SI STACCANO I PONTI CON IL NOSTRO PAESE,SI PUO’ SEMPRE TORNARE E CURARSI.QUANTO HO DETTO E’ PURA VERITA’PER INFORMAZIONI ANDATE SUL PORTALE VIVERE A MALINDI CIAO

  22. PINO ha detto:

    vorrei chiudere la mia vita nei caraibi possibilmente in un isola poco abitata con la mia pensione minima sara’ possibile ?

  23. Antonio ha detto:

    Condivido pienamente quanto detto da Aldo e Alberto. Cambiando questi politici ladroni, eliminando le varie poltrone di Enti inutili creati solo per dare poltrone ai trombati , il nostro e cioé l’Italia é il migliore
    del mondo. Abbiamo olio,frutta, verdure, massa, vino e
    medici luminari. Montagne e mari, sole ,neve, insomma
    tutto e di piú che Dio poteva darci.Mandiamoli solo a casa e dipende da noi per tornare a vivere sereni,in pace e con i nostri cari accettando l’umiltá, l’onestá
    e non seguendo o aspirando di avere quello che altri hanno, ammazzando la dignitá, l’onore e la moralitá.

  24. Salvatore ha detto:

    Perché andare fuori, in Sicilia a Caltagirone ,potete trovare case in affitto zona vecchia a 150, 250 euro al mese, pane 1 kg costa 2 euro frutta e verdure al mercato 1 o 2 euro al kg,potete trovare carne a 5 euro al kg ,sole quasi tutto l’anno ,unico inconveniente e se cerchi lavoro dimentica di venire qui , ma se sei pensionato puoi venire e vivere dignitosamente.

    • LUIGI ha detto:

      Mi rivolgo a Salvatore. Se veramente il costo di un alloggio varia fra 150/250 euro, ci vengo subito. E’ da 1 anno che cerco una soluzione simile dalle parti di Modica … senza successo. Attualmente vivo in Romania, a Timisoara, dove con 1000 euro si vive bene. Ma è un paese (senza offesa per i rumeni che sono comunque ospitali e gentili) che non ha niente a che fare con lo spessore culturale della nostra magnifica Italia. E poi non parliamo dell’inverno che non finisce mai!!!! Per cui cerco sole e mare da perfetto pensionato (non l’avevo ancora detto). Se tu potessi darmi un supporto per la ricerca di un alloggio, ti sarei veramente grato.

      • Paolo ha detto:

        Per Luigi
        Si è vero Luigi, come diceva Salvatore, in alcune zone della Sicilia è possibile poter affittare un appartamento a quei prezzi. Considera, comunque che qui in Italia oltre al costo mensile dell’affitto ci sono tante altre cose da pagare e che in alcune nazioni costano la metà o un terzo rispetto al nostro paese. Mi riferisco al costo dell’energia elettrica, del gas per riscaldamento, della telefonia e infine, anche per i pensionati, l’Irpef e altre tasse che sono arrivate a livelli insopportabili!

  25. Fra ha detto:

    Ma il denaro sottratto dai politici è solo la punta dell iceberg….il vero problema siamo noi italiani,la mentalità da pecorai,il motto nazionale che dice fai domani quello che potresti fare oggi,fare le cose sempre e solo a metà,essere sempre in ritardo e vivere solo di vecchie glorie.son stato molto all estero,e ogni volta che torno mi sembra di tornare nel passato,e se gli uffici nn funzionano,se gli impiegati fanno i furbi,se i trasporti fanno schifo,e se c è moltissimo nepotismo,nn è certamente colpa solo dei politici.basterebbe migliorare noi stessi cominciando a fare le persone serie, corrette e al passo con i tempi.

  26. Lorenzo ha detto:

    Vedo numerosissimi post e questo dimostra che c’è un grandissimo interesse a valutare la possibilità di trasferirsi all’estero, manifestando contemporaneamente insofferenza per il nostro sciagurato paese in mano ad una classe dirigente non credibile, ladra ed assolutamente incompetente. Trasferirsi, non credo che questo necessariamente essere considerato solo un sogno, ma potrebbe tradursi in realtà per molti. Solo che di questi articoli ne ho visti diversi. Qualche mese fa in classifica c’era il Belize, che fine ha fatto? E’ improvvisamente diventato caro?
    Anche io ho girato il mondo e valuto la possibilità di trasferirmi in qualche paese, ma, solo facendo qualche attività in proprio, grazie a Dio ho qualche soldino da parte e sono ancora lontano dalla pensione INPS. Suggerisco a tutti di valutare attentamente tutto, ma particolarmente le normative del posto in merito agli stranieri, onde evitare brutte sorprese successivamente.
    Comunque in bocca al lupo a tutti.

  27. giorgio ha detto:

    molto buono

  28. giuseppe ha detto:

    vivo in Peru da due anni e mezzo,ma devo dire che l’Italia ,con la sua arte,la sua cultura ,mare, monti,clima perfetto,le sue meravigliose vie di comunicazione, la sua sanità d’eccellenza, il sistema paese ,che rispetto a questi paesi del sud americaa è assolutamente d’eccellenza e non ha confronti con nessun paese che avete menzionato ,ha un grande valore in termini di qualità della vita.Io sono qui per la stessa ragione di molti ,vivere con 900 euro al mese dignitosamente.Si può ,ma quando decidi di muoverti da una città all’altra qua in Perù è un grosso problema ,non ci sono strade adeguate,non ci sono treni,sembra di essere nel medio evo.Vuoi un pò di vita culturale,quà non viene quasi nessuno,niente festival niente concerti niente di importante.Per un Europeo veramente vivere qui è una tortura!

  29. Vittorio ha detto:

    Sono sardo,ne sono fiero ed orgoglioso,questa Italia con questo governo di papponi e allo sbando:Pensate se facessimo un ripulisti completo di tutte le leggi di merda che cambiano dall’oggi al domani,non vi e’uguglianza tra il professore di istituto e professore sanitario,troppi divari troppi meriti non giusticati,incominciamo a falciare stipendi non meritati dai nostri governanti, riapropriamoci dei nostri diritti di cittadini,riportiamo a casa i nostri figli militari all’estero per che cosa stanno la’.sono spese inutili quei popoli he noi difendimo sono la specie piu’infida e bastarda che esiste sulla facci della terra:dobbiamo riscrivere una sana Costituzione Italiana,e non copiare da altri,stravolgendo principi di liberta’,eppoi perche’ dobbiamo pendere dalle labbra dell’europa,che ci tratta da schiavi in quanto tutto viene deciso da altri e noi subire, la colpa sta a Roma:italiani svegliatevi e fatte vedere le palle a questi debosciati che stanno al Governo,vi dico pochi sani ed equi parlamentari ma scelti dal popolo che soffre inerme ai loro soprusi:Basta vedete se ci riuscite a cambiare l’Italiai:

  30. azzo ha detto:

    tutti coglioni rimanete in italia a fare i morti di fame io vado in nicaragua il paese piu povero in assoluto e me la sucano con 2 euro e faccio il re con 400 euro al mese in italia i coglioni dei miei connazzionali ne spendono molti ma molti di piu e sono tutti infelici

  31. sante baratti ha detto:

    bello vivere con pochi soldi. chiedo consigli?ho una buona pensione.cerco una nuova compagna pensionata x portogallo canarie e altri stati.grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.